Usare il Remarketing per una strategia vincente

//Usare il Remarketing per una strategia vincente

Usare il Remarketing per una strategia vincente

Il Remarketing è La strategia per eccellenza, una delle più efficaci per far crescere il nostro business online.

Si rivolge a persone che hanno effettuato determinate azioni, permettendoti di continuare ad essere visibile agli occhi di un utente che ha già effettuato l’accesso al tuo sito web, ha visualizzato una determinata pagina, ma non ha effettuato la conversione (acquisto, registrazione alla newsletter, compilazione di un form o altro).

Procediamo lentamente…

Il funnel di Conversione:

conversion funnel

Il Funnel è, letteralmente, un imbuto.
Nel caso delle conversioni, ci permette di comprendere in quale proporzione i nostri visitatori completeranno l’azione sul nostro sito.

Ad esempio, se dopo aver effettuato una corretta campagna di Web Marketing, il mio sito ecommerce riuscisse ad ottenere 10.000 visitatori, generalmente, di questi 10.000, solo il 2/3% completerebbe la conversione dopo la prima visita.

Una cifra piuttosto bassa di tutti i visitatori che hanno visualizzato il nostro sito, dunque, acquisterebbe i nostri prodotti o servizi in modo immediato.

E qui arriva la domanda fondamentale:

il Remarketing, quindi, cosa fa e a cosa serve?

Il Remarketing è un tipo di pubblicità pay-per-click che permette di continuare a pubblicizzarci con chi è arrivato a visualizzare una pagina (ad es. di una categoria di prodotto o un prodotto singolo) oppure ha aggiunto uno o più prodotti nel carrello, ma non si è convertito. Nel caso dell’ecommerce, non ha completato l’azione di acquisto. 

In che modo?

Continuando a mostrare banner testuali o visuali a questi utenti, anche dopo aver lasciato il nostro sito web su Facebook, su altri siti, tra le ricerche Google, su YouTube. Diventeremo gli stalker dei nostri clienti, in pratica.

Ad esempio, si può mostrare la categoria di prodotto a cui era interessato in modalità carosello, oppure il prodotto specifico dopo il quale ha lasciato il sito con un’offerta speciale.

La visualizzazione di questi banner darà la possibilità agli utenti di ricordare il loro interesse per quel determinato prodotto, gli darà la possibilità di ritornare sui loro passi e condurli alla conversione.

fasi del remarketing

Dunque, in sostanza, il remarketing permette di raggiungere una buona parte degli utenti che non fanno parte di quel 2/3% che ha effettuato l’azione desiderata in precedenza, dando al nostro business e agli altri investimenti pubblicitari, tramite i quali ci hanno conosciuti inizialmente, una seconda chance.

Un esempio:

Vi è mai capitato di pensare di voler partire, cercare i prezzi di un volo, giusto per curiosità, lasciare la pagina delle informazioni che avete trovato e notare magicamente che la Home Facebook, YouTube, i siti che visitate sono tempestati di pubblicità proprio su quella tratta?

remarketing tratta aereo

Bè, il Remarketing è proprio questo.

Come funziona il Remarketing?

  • Inseriremo un codice, chiamato Javascript, all’interno del nostro sito e nella pagina che riteniamo l’utente debba visualizzare per essere poi tracciato nel web (carrello, prodotto o servizio singolo, categoria di prodotti o servizi, form). Possono essere creati diversi elenchi di utenti, in base alle diverse pagine visitate, così da creare annunci più precisi.
    Il codice non è visibile agli utenti e non influenza le funzionalità del sito stesso.
  • Quando il visitatore entrerà nel nostro sito, il codice rilascerà nel suo browser un cookie in modo anonimo, che lo seguirà durante la navigazione web, per un determinato arco di tempo.
  • L’utente, quando visiterà un altro sito web, farà una ricerca su Google o entrerà all’interno di Facebook (in base a quali piattaforme abbiamo scelto di utilizzare per la nostra strategia di remarketing) con il suo browser, verrà tracciato e gli verranno mostrati i nostri banner pubblicitari in modo personalizzato, a seconda della pagina che ha visitato o dell’azione effettuata sul sito.

Attenzione: non si possono tracciare dati sensibili e deve essere dato avviso agli utenti del fatto che sul sito si faccia uso di cookies.

Su quali piattaforme è permessa questa strategia?

  • Facebook Ads
  • Rete Display di Google
  • Rete di Ricerca di Google
  • YouTube

Perché il Remarketing è così importante?

Questo meccanismo permette di pubblicizzare i prodotti solo a persone che hanno già interagito con noi, anche con una semplice visita al sito web, ossia persone che hanno già mostrato interesse per i nostri prodotti o servizi e che, entrando nel sito web, hanno già conosciuto il nostro brand.

Inoltre, abbiamo la possibilità di mandare un nuovo messaggio visivo o testuale, creativo e d’impatto, che può creare un maggiore interesse negli utenti ed attirare la loro attenzione. Può essere, poi, personalizzato con offerte specifiche per l’utente.

I tassi di conversione sono, per questi motivi, più alti rispetto a qualsiasi altra tipologia di campagna.

Senza dimenticare che i nostri investimenti pubblicitari precedenti, in questo modo, non saranno vani ed avranno una possibilità in più di essere sfruttati.

Attenzione: L’importante è non risultare ripetitivi, mostrando per un numero esagerato di volte lo stesso annuncio di remarketing agli stessi utenti.

Ricorda: il remarketing è importante perché può condurre gli utenti alla conversione, ma non rende visibile il tuo sito a chi non lo ha già visitato. Dunque, deve far parte di una strategia di Web Marketing più ampia!

Cerchi una Consulenza?
Puoi richiedere il Tuo preventivo gratuito!

Richiedi un preventivo

2018-02-21T16:26:38+00:00