Il settore dei computer (fissi e notebook) è in calo in Italia

//Il settore dei computer (fissi e notebook) è in calo in Italia

Il settore dei computer (fissi e notebook) è in calo in Italia

Secondo i dati pubblicati da Gartner, una società di ricerca, le vendite di computer sono in netto calo nell’ultimo anno.

In Europa ma soprattutto in Italia, c’è una flessione del 18%.

Tutte le case perdono market share. HP rimane prima nella classifica produttori ma ha chiuso il trimestre in pareggio (0.0%) rispetto a fine 2011.

Acer è il secondo produttore italiano ma chiunde con un -41%, al 3 posto si classifica Asus con un -1.2%.

Apple è al quarto posto ma a -4,2% rispetto all’ultimo trimestre 2011.

Strano a dirsi ma Dell, segna un interessante +19,8%.

Come si spiega questo fenomeno?

La relazsione Gartner sostiene che ormai, anche a colpa della crisi, i consumatori si stanno concentrando su smartphone e tablet

Le vendite PC nel primo trimestre 2012 in Italia

 

Questi problemi non si verificano solo in Italia. In tutta l’area Europa c’è stata una flessione media del 3% nel settore consumer.

 

La situazione è preoccupante, la crisi ha fatto sicuramente la sua parte ma è indice il fatto che i computer fissi e i notebook ormai hanno raggiunto la saturazione del mercato.

Non ci sono più grandi motivi per rinnovare il proprio hardware, le innovazioni sono diventate poche e quelle poche sono ormai stantie.

Il settore mobile e i tablet invece sanno ancora di “nuovo” e di “fresco” e quindi possono ancora avanzare pretese.

Che sia la fine dei computer fissi nei prossimi 10 anni?

Richiedi un preventivo

2016-11-19T19:59:59+00:00