Secondo i dati pubblicati da Gartner, una società di ricerca, le vendite di computer sono in netto calo nell’ultimo anno.

In Europa ma soprattutto in Italia, c’è una flessione del 18%.

Tutte le case perdono market share. HP rimane prima nella classifica produttori ma ha chiuso il trimestre in pareggio (0.0%) rispetto a fine 2011.

Acer è il secondo produttore italiano ma chiunde con un -41%, al 3 posto si classifica Asus con un -1.2%.

Apple è al quarto posto ma a -4,2% rispetto all’ultimo trimestre 2011.

Strano a dirsi ma Dell, segna un interessante +19,8%.

Come si spiega questo fenomeno?

La relazsione Gartner sostiene che ormai, anche a colpa della crisi, i consumatori si stanno concentrando su smartphone e tablet

Le vendite PC nel primo trimestre 2012 in Italia

Le vendite PC nel primo trimestre 2012 in Italia

Questi problemi non si verificano solo in Italia. In tutta l’area Europa c’è stata una flessione media del 3% nel settore consumer.

La situazione è preoccupante, la crisi ha fatto sicuramente la sua parte ma è indice il fatto che i computer fissi e i notebook ormai hanno raggiunto la saturazione del mercato.

Non ci sono più grandi motivi per rinnovare il proprio hardware, le innovazioni sono diventate poche e quelle poche sono ormai stantie.

Il settore mobile e i tablet invece sanno ancora di “nuovo” e di “fresco” e quindi possono ancora avanzare pretese.

Che sia la fine dei computer fissi nei prossimi 10 anni?

richiedi un preventivo